Mutui under 30 prima casa: offerte per la prima casa nel 2021 per giovani under 30

9096

Indice dei contenuti

Soluzioni ed offerte di mutui under 30 prima casa fortunatamente non mancano nel mercato del credito, che ogni anno propongono modalità di aiuto per questa fascia sociale. Giovani coppie o single avrebbero infatti difficoltà di accesso al mutuo prima casa per varie ragioni, legate soprattutto all’assenza di un lavoro stabile e/o un reddito fisso, per cui diventa indispensabile l’aiuto dello Stato, che garantisce per conto loro davanti agli istituti di credito al fine di agevolare la concessione di un finanziamento per l’acquisto della prima casa. Questo aiuto ha un nome concreto, ed è il Fondo di garanzia per la prima casa, approvato tramite la legge 147/2013, e rinnovato di anno in anno.

Cos’è e come funziona il Fondo di garanzia

In buona sostanza questo fondo mette a disposizione delle agevolazioni per l’acquisto prima casa tramite mutuo, agevolazioni che si traducono in spread e tassi di interesse più bassi, ma anche un accesso al credito che viene reso più facile attraverso specifici fondi di garanzia, senza i quali certe categorie di destinatari non avrebbero possibilità di finanziamento. Questo Fondo di garanzia istituito dallo Stato

permette così a un giovane lavoratore di vedersi garantito fino al 50 per cento dell’importo richiesto come mutuo acquisto prima casa. Questo fondo provvede così a rimborsare per conto del titolare del mutuo fino a metà del capitale stanziato nel momento in cui egli non fosse in grado di sostenere l’ammortamento per difficoltà oggettive legate ad eventi non programmabili.

Chi sono i destinatari

Il Fondo di garanzia per la prima casa sostiene ed aiuta determinate categorie di soggetti nell’acquisto di un immobile attraverso il mutuo prima casa: in dettaglio la platea dei beneficiari comprende

  • Giovani coppie
  • Giovani single under 35 con contratto di lavoro atipico
  • Nuclei familiari di un solo genitore con figli minorenni a carico
  • Conduttori di alloggi come case popolari

Mutui under 30 prima casa: quali vantaggi?

Oltre ad avere lo Stato che ti aiuta in caso di difficoltà non preventivabili, come malattia grave o perdita non volontaria del lavoro, i mutui under 30 prima casa, che rientrano pienamente nell’aiuto contemplato dal Fondo di garanzia, comportano questi vantaggi pratici:

  • Soglia finanziabile dell’immobile più elevata
  • Mutuo agevolato per il 100 per cento del valore dell’immobile

Considerando che nella migliore delle ipotesi, che tra l’altro in tempi di crisi economica si è ridotta sempre più spesso a un miraggio, un istituto di credito concede per il mutuo classico un finanziamento fino a l’80 per cento del valore dell’immobile, è facile evincere quanto possa risultare conveniente un mutuo per giovani under 30 garantito dallo Stato.

Gli immobili finanziabili

Non tutti gli immobili possono essere finanziati dal mutuo under 30 garantito dal fondo statale: innanzitutto la destinazione d’uso deve essere quella di abitazione principale, pena l’esclusione dal finanziamento, e vi sono poi delle tipologie catastali che sono di fatto tagliate fuori. Esse sono:

  • Categoria A1
  • Categoria A8
  • Categoria A9
  • Case di lusso in genere

Altre tipologie di mutuo under 30

Il mutuo prima casa 100 per cento è solo una delle opzioni presenti sul mercato del credito: infatti molto spesso questo tipo di prodotto viene proposto dagli istituti di credito con piani di ammortamento in 40 anni, che possono non risultare sempre convenienti. Per questo motivo ci sono offerte anche di mutui under 30 e under 35

che prevedono una soglia di finanziabilità inferiore ma comunque molto elevata, fino al 90 per cento del valore dell’immobile, con durate più standard fino a 30 anni di ammortamento, e in genere le cifre stanziate non superano i 300 mila euro complessivi.

La maggior parte di queste proposte di mutuo under 35 sono a tasso variabile, ma non mancano anche offerte dedicate ai giovani di mutuo a tasso fisso, con TAN e soprattutto il TAEG applicati solitamente a un valore percentuale più basso della media di mercato.

Come trovare mutui prima casa under 30

Sul mercato del credito vi sono diversi enti finanziari che propongono mutui prima casa per under 35 o anche soglie di età più basse: il consiglio è di affidarsi

a strumenti tecnologici come i comparatori on line, che consentono di trovare in tempo reale le migliori proposte finanziarie del momento, anche per questi prodotti dedicati, avendo così l’opportunità di fare una prima scrematura e trovare un pugno di offerte da cui partire per cercare l’offerta di mutuo giovani più soddisfacente.

Calcolo rata on line

Una volta individuate le finanziarie più adatte a cui sottoporre una richiesta di mutuo prima casa, è possibile ad esempio chiedere loro un preventivo gratis e senza impegno in modo da avere un’idea dei costi da affrontare. Ci sono poi

appositi strumenti di simulazione in Rete che consentono di fare un calcolo rata del mutuo in maniera istantanea: basta inserire i dati necessari e avere da subito un’idea di quanto sarà l’ammortamento finale e il costo da sostenere ogni mese per l’acquisto dell’immobile.

Come scegliere un mutuo under 30

Quali parametri individuare per valutare la convenienza di un mutuo under 30? Innanzitutto la prima voce da esaminare è il famigerato spread di cui sentiamo sempre parlare a proposito dei titoli di Stato. Questo differenziale, sommato al tasso di interesse del finanziamento, riproduce il costo effettivo per la concessione del mutuo da parte di un istituto di credito. Il tasso di interesse può essere

  • Fisso
  • Variabile
  • Variabile con Cap (ossia un tetto massimo per lo spread)
  • Misto (passaggio da fisso a variabile o viceversa entro tempi prestabiliti)
  • Ridotto per un tempo prestabilito iniziale, successivamente sostituito dal fisso o variabile corrente

L’altro parametro che pure bisogna prendere in considerazione è il TAEG, il Tasso Annuo Effettivo Globale che comprende tutte le spese accessorie correlate al finanziamento: più basso è questo valore, maggiore è la convenienza del mutuo. Questi tre elementi, spread, tasso di interesse e TAEG, sono quelli che determinano i costi del mutuo e pertanto sono quelli che vanno attentamente analizzati prima di sottoscrivere qualsiasi contratto di finanziamento per acquisto prima casa.